UN CENTRO SOCIO-RICREATIVO PER ANZIANI E DISABILI

09 Oct UN CENTRO SOCIO-RICREATIVO PER ANZIANI E DISABILI

Ciao a tutti. Sono lieta di fare parte di questa community. Da qualche anno sto inseguendo un sogno che spero possa presto concretizzarsi in una possibilità di lavoro per me e per altri, oltre che in un percorso di vite che si incontrano.

Da qualche anno vivo nel Valdarno (tra Arezzo e Firenze) e, per una casualità del destino, sono entrata in contatto con la realtà del sociale, trovandomi a fare una sostituzione in una struttura per persone gravemente non autosufficienti.

Da quel momento, che è stata la mia folgorazione sulla via di Damasco, ho reindirizzato completamente il mio progetto di vita. Ho capito che tutto quello che avevo creduto fino a quel momento era infondato: credevo di voler fare la redattrice editoriale (cosa che per qualche anno ho fatto, da precaria sfruttata e sottopagata, dopo la laurea specialistica in scienze filosofiche e un master in editoria, comunicazione  eredazione); adesso so che la mia vocazione è un’altra.

Da ormai cinque anni lavoro con i disabili gravi (sia con persone giovani che con persone anziane; sia con disabili motori, sia con disabili mentali). Ho scoperto che è l’unica cosa che desidero fare nella vita. Ho anche il piacere di fare la volontaria in un centro socio-educativo del paese in cui vivo. Purtroppo, però, i miei titoli non mi consentono di essere inquadrata regolarmente come dipendente, nemmeno a tempo determinato, presso nessuna struttura. Attualmente sono iscritta al terzo anno di Scienze dell’Educazione e della Formazione, pe poter conseguire il diploma necessario a far sì che la mia passione diventi anche il lavoro della mia vita.

Nel frattempo mi è sorto il sogno di aprire un circolo ricreativo per la terza età, aperto anche a persone più giovani e a qualunque soggetto anche non autosufficiente. La mia idea sarebbe un punto di ritrovo e condivisione, con atmosfera familiare, in cui svolgere attività culturali e di svago (letture di brani e poesie, mostre di lavori all’uncinetto o quadri, balli, tornei di carte e di scacchi, incontri con autori o personaggi politici, presentatori di libri di autori famosi, laboratori di teatro, visite ai musei, ecc)

Ho pensato a un circolo e non a un caffè o a una società per il fatto che il circolo (o associazione culturale) richiede investimenti molto minori e può svolgere anche le funzioni di un piccolo bar senza essere soggetto a tassazione e godendo di notevoli sgravi fiscali.

Io purtroppo non dispongo del locale adatto e tra l’affitto del mio bilocale e le tasse universitarie, non ho i mezzi economici per poter fare investimenti.

Mi piacerebbe tanto incontrare qualcuno che come me creda nel valore del sociale e desideri magari essere mio socio o mettermi a disposizione un locale in cambio di un canone di affitto o di un ruolo retribuito all’interno del circolo stesso.

Spero davvero che ci sia qualcuno nella provincia di Arezzo o di Firenze che voglia intraprendere questo percorso con me.  Io continuo a crederci perché so che la vita può essere violenta e spietata,  ma può anche riservare sorprese bellissime. 🙂

#DESIDERIAMO

12 Comments
  • PROTEA DIRITTI UMANI
    Posted at 12:05h, 09 October Reply

    Carissima Federica
    questo è uno di quei desideri che quando lo leggi ti riempie il cuore, perchè davvero mette in luce una caratteristica di un’Italia che ci piace, quella del volontariato, dell’impegno per gli altri, di quella realtà sociale caratterizzate da persone che si formano per donarsi sia da un punto di vista professionale quindi con le adeguate competenze, ma anche da un punto di vista umano.
    Lavorare nei servizi di cura della persona non può prevedere solo tecnicismo, indubbiamente fondamentale, ma è necessario crederci e desiderare questo tipo di lavoro, che chiede molto ma dona molto in cambio.
    Carissima Rosaria, l’idea di dedicare tempo agli altri, soprattutto alle persone di esperienza tiene conto di una realtà italiana, in cui il numero di persone della terza età come le definisci tu è molto alto e le attività non sempre sufficienti per permettere a chiunque di maturare con dignità.
    Da persona che lavora nel sociale da molti anni, come educatrice, formatrice, come coordinatrice di servizi ed anche oggi come presidente di un’associazione per la tutela dei diritti dell’uomo, l’orientamento che mi sento di donarti è sicuramente l’idea di un’associazione ricreativa (per la creazione e consulenza gratuita ti puoi rivolgere al CSV, centro servizi volontariato. In Toscana esiste il CESVOT http://www.cesvot.it/, una realtà a servizio del no profit).
    Per lo spazio la soluzione potrebbe essere quella di chiedere ad un comune, magari partendo dalle tue conoscenze e quindi dal tuo di residenza, che ne condivide le finalità sociali e di risposta ai bisogni territoriali, uno spazio in comodato d’uso, uno spazio comunale (con quindi tutte le messe in sicurezza ed a norma con le varie normative, uno spazio privato da sola non è semplice).
    Concretamente come muoverti?
    Sicuramente la necessità di raggruppare qualcuno che desidera con te perseguire questo percorso e le finalità (magari qualcuno attraverso il sito potrebbe contattarti come speri e scrivi).
    In seguito creare un entità associativa di cui puoi essere presidente se gli altri accordano e che nel tempo potrà anche domandare sovvenzioni, partecipare a bandi di finanziamento, quindi risolvere il problema dei fondi.
    Elaborare un progetto scritto (se hai bisogno scrivi a proteaperdesideriamo@gmail.com e qualche dritta possiamo dartela) e presentarlo al comune affinché ti possa sostenere nella realizzazione del tuo sogno.
    L’aspetto importante è comprendere se puoi contare del sostegno di un gruppo (i progetti ed i cambiamenti si realizzano in gruppo) e su quello delle istituzioni, che a volte ci sembrano lontane ed ostili, ma in verità hanno bisogno di persone volenterose e progettanti sul loro territorio.
    Individua le tue alleanze e le sensibilità sulla tematica, rivolgiti al cesvot per un appuntamento per capire meglio quali siano le normative, le realtà locali, le opportunità e quale formula migliore da adottare.
    Ti auguriamo tanta fortuna e per ogni forma di supporto scrivici e speriamo che la grande visibilità sul nostro sito favorisca l’incontro con qualcuno di locale che si interessi ai tuoi progetti e li faccia propri.
    Un abbraccio
    Sara per la Redazione di Desideriamo.it by Simonetta Lein and Wishwall Foundation

  • Anita Donisi
    Posted at 08:17h, 11 October Reply

    Scoprire la propria vocazione e nutrirla. Realizzare quello che si sente essere il proprio viaggio ! É un messaggio fantastico pieno di vita, di quei sogni che diventano reali giorno dopo giorno grazie ad impegno e determinazione. Storia davvero bella d’esempio e motivazione. Grande Federica! #desideriamo
    insieme!

  • Federica
    Posted at 18:39h, 09 November Reply

    Grazie per le dritte. Appena troverò del tempo tra esami universitari e lavoro, inizierò a muovermi per raccogliere più informazioni presso gli enti che mi avete indicato.
    A presto!

  • patrizia
    Posted at 12:44h, 08 April Reply

    Ciao sono patrizia Abito in friuli il Mio sogno e lo stesso iniziero ad Informarmi se vuoi ci p ossiamo sentire per due Dritte 3469551103 Max serieta ciaooo

    • Giovanni Bignoli
      Posted at 20:01h, 23 April Reply

      Giovanni Bignoli
      12 April 2016

      Ciao A tutte possiamo dire colleghe, anche io lavoro nel sociale (con mansioni di Operatore Socio Sanitario) in E.Romagna e precisamente a Pianoro (BO)….. Io lavoro in una Casa Residenza Anziani (C.R.A.) ex Casa Protetta gestita da personale ecclesiastico.- Scusate se mi permetto ma chi lavora in questo settore per quanto bello sia e per quello che a livello umano possa donare, diventerà molto pesante nel tempo gestire i 2 lavori così simili e logoranti psicologicamente parlando.- Poi probabilmente lo sapete già, le informazioni che potete acquisire dai vari Enti, noterete che possono variare da regione a regione in quanto le normative sono tante e in continuo aggiornamento.-
      A differenza del Vs. desiderio, il mio non è no profit….., non mi interessa arricchirmi a me basta trovare un proprietario di una struttura esistente o da costruire a Pianoro (BO) e darla in gestione a terzi (a me e i miei colleghi.- Il lavoro nella mia struttura ormai è arrivato a livelli troppo elevati e noi siamo un gruppo di operatori (diverse figure professionali) che hanno superato abbondantemente i 50 anni che fanno fatica a reggere certi ritmi che spesso molti giovani non reggono in partenza.- Comunque mi fa piacere che ci sono molte persone interessate come me al sociale, sarei lieto di condividere con Voi informazioni e pareri. AUGURONI a tutte. Giovanni.-
      Giovanni Bignoli
      12 April 2016

      Maggiori info sul mio desiderio li potete trovare nel mio link: CREATE A DAY CENTRE OR MAKE A HOUSE RESIDENCE FOR THE ELDERLY del 29/03/2016 sempre nella sez. LAVORO. Buona serata, Giovanni.-

  • Giovanni Bignoli
    Posted at 16:12h, 12 April Reply

    Ciao A tutte possiamo dire colleghe, anche io lavoro nel sociale (con mansioni di Operatore Socio Sanitario) in E.Romagna e precisamente a Pianoro (BO)….. Io lavoro in una Casa Residenza Anziani (C.R.A.) ex Casa Protetta gestita da personale ecclesiastico.- Scusate se mi permetto ma chi lavora in questo settore per quanto bello sia e per quello che a livello umano possa donare, diventerà molto pesante nel tempo gestire i 2 lavori così simili e logoranti psicologicamente parlando.- Poi probabilmente lo sapete già, le informazioni che potete acquisire dai vari Enti, noterete che possono variare da regione a regione in quanto le normative sono tante e in continuo aggiornamento.-
    A differenza del Vs. desiderio, il mio non è no profit….., non mi interessa arricchirmi a me basta trovare un proprietario di una struttura esistente o da costruire a Pianoro (BO) e darla in gestione a terzi (a me e i miei colleghi.- Il lavoro nella mia struttura ormai è arrivato a livelli troppo elevati e noi siamo un gruppo di operatori (diverse figure professionali) che hanno superato abbondantemente i 50 anni che fanno fatica a reggere certi ritmi che spesso molti giovani non reggono in partenza.- Comunque mi fa piacere che ci sono molte persone interessate come me al sociale, sarei lieto di condividere con Voi informazioni e pareri. AUGURONI a tutte. Giovanni.-

  • Giovanni Bignoli
    Posted at 16:29h, 12 April Reply

    Maggiori info sul mio desiderio li potete trovare nel mio link: CREATE A DAY CENTRE OR MAKE A HOUSE RESIDENCE FOR THE ELDERLY del 29/03/2016 sempre nella sez. LAVORO. Buona serata, Giovanni.-

  • martina
    Posted at 15:47h, 30 June Reply

    Ciao Federica, piacere Martina, sono di firenze, sono un’educatrice-animatrice, attualmente sto lavorando in una casa di riposo per anzini.
    Come te anche io avevo in mente questa bellissima idea di aprire questa attività, se hai piacere potremmo sentirci.
    aspetto gentilmente una risposta.
    grazie Martina

  • Piera lauricella
    Posted at 08:37h, 14 August Reply

    Io sono Piera ed insieme alle mie tre figlie che sono una psicologa una Oss e altra diplomata perito tecnico con una qualifica adest…abbiamo lo stesso sogno ma anche un edificio parzialmente da ristrutturare …se tu hai le idee chiare e vuoi associatti a noi 4 ..noi possiamo mettere l’edificio a disposizione ..richiedere qualche finanziamento con progetto e parlarne…per info 3931057918

  • Fatima Medas
    Posted at 13:52h, 05 February Reply

    Ciao ragazze, siete riuscite a realizzare ilnvostro sogno? Io vivo in Sardegna, vorrei provarci anche io. Fatemi sapere

  • Federica Di Noi
    Posted at 16:43h, 19 March Reply

    Ciao, grazie a tutti quelli che hanno risposto! ☺ In questi mesi sono stata occupatissima perché ho seguito un corso per OSS a Firenze, che terminerà il 18 aprile. Contatterò chi mi ha gentilmente lasciato il suo numero.
    Martina, anche io ti lascio il mio. Credo che sia meglio parlarne a voce. Mi piacerebbe molto dato che vivi a Firenze.
    Il mio numero è 366 2633864

  • Silvia campetella
    Posted at 17:00h, 29 March Reply

    Sono Silvia e vivo a Udine. Dopo tre anni nel volontariato presso una comunita’ per persone con disabilita’ psichiche e fisiche, ho iniziato il mio percorso lavorativo in un centro diurno, sempre per la disabilita’. Da vent’anni lavoro come oss, Ora ho maturato l’intenzione di avviare un centro di aggregazione per le persone anziane, che mi piacerebbe condividere con qualcuno che come me sogna da tempo questo progetto. Se lo desiderate potete scrivermi a questa mail silviacampetella1963@g.mail.com

Post A Comment

*

Help The Wishwall Foundation to continue its life changing efforts.
Facebook Iconfacebook like buttonYouTube IconTwitter Icontwitter follow buttonCheck Out Our InstagramCheck Out Our Instagram