To be a champion

06 May To be a champion

Sono nato a Brescia nel 1998.Sono figlio di un contadino e di un ex infermiera.Sin da piccolo ho avuto la passione per lo sport e la musica;all’età di 4 anni mi sono iscritto nella squadra oratoriale del mio paese ma poi crescendo ho capito che il calcio non era il mio futuro così abbandona lo sport e mi diedi al canto nel coro parrocchiale!

Pochi mesi dopo ho tentato di fare lotta ma all inizio fu un fallimento così tornai al calcio e all età di 13 anni quando sono stato espulso dalla squadra ho ripreso con la lotta greco romana!

Ho capito subito che la lotta mi avrebbe dato soddisfazioni e infatti non è passato molto tempo prima che il primo oro arrivasse!

Mi sono allenato duramente e  sacrificandomi sono riuscito a vincere molti titoli a livello nazionale! Ora ho 16 anni e sono un atleta di interesse nazionale!

Appena ho un attimo di tempo sono sempre in piazza al muretto! Una famiglia scoperta in un pomeriggio di scazzo!

Grazie a loro sto crescendo molto e spero che anche io possa dare qualcosa a loro!

Insieme ai ragazzi del MURO faccio ciò che so fare meglio lottare solo che al posto di farlo da solo lo farò con loro perché siamo bravi,ci sacrifichiamo e vogliamo soddisfazioni!

Penso che un grazie allo zio max sia poco!

Ringrazio anche Sara per essere venuta a trovarci e aver scoperto questo mondo!

Il mio più grande desiderio è quello di essere un campione nella vita come nello sport insegnando ai ragazzi più piccoli e ai nuovi del muretto che senza sacrificio non c’è ne vittoria ne soddisfazione e non si potrà mai crescere!

 #desideriamo

1Comment
  • Protea, Associazione per la tutela dei diritti umani, Italia
    Posted at 07:11h, 06 May Reply

    Ciao Carissimo Federico.
    Sono molto contenta tu abbia scritto e soprattutto per il messaggio che stai lanciando.
    Hai ragione, soprattutto quando parli del sacrificio.
    Capita anche a volte nella community ci siano ragazzi che pensino che tutto cada dal cielo senza partecipazione, impegno e costanza.
    Nel sito infatti c’è scritto “realizza tu il tuo desiderio” ricordando che la persona promotrice del desiderio è la prima che deve operarsi in maniera seria e puntuale, naturalmente poi arriva l’aiuto degli altri nella tempistica chiaramente delle persone serie e professionali. Io diffido sempre da chi fa promesse che si realizzano in poco tempo.
    Lo sport, soprattutto se lo svolgi poi a livello professionale, insegna cosa sia la fatica, il sacrificio, la puntualità, la diligenza, il rispetto per gli altri.
    E soprattutto ci insegni che per essere “Campioni” nella vita bisogna essere umili, non pretenziosi se non con se stessi e grati.
    E noi siamo grati a te per aver condiviso la tua storia davvero importante.
    Se hai piacere parlaci della disciplina che pratichi, non la conosciamo molto e ci farebbe piacere darne spazio qui, poi abbiamo l’onore di averne un rappresentate “oro” come te!!!
    Ti aspettiamo Federico, puoi scriverci anche un altro desiderio dove fai conoscere la tua disciplina sportiva.
    Se ti va poi puoi anche donare il link di qualche video delle tue competizioni (se ne hai) così ci mostri la tua “lotta” sportiva dopo averci parlato della “lotta” della vita.
    Un caro saluto
    A presto
    #desideriamo

Post A Comment

*

Help The Wishwall Foundation to continue its life changing efforts.
Facebook Iconfacebook like buttonYouTube IconTwitter Icontwitter follow buttonCheck Out Our InstagramCheck Out Our Instagram