TO THE END

22 Jan TO THE END

Fino alla fine

Eccomi qui, alla soglia dei 45 anni, a voler continuare a sognare. Si sognare, ma con gli occhi aperti.

Dopo una vita di successi, posso dirlo, sia lavorativi che familiari mi trovo oggi a confrontarmi con la dura realtà: pochi soldi, tante spese, prossimo alla separazione, e a dormire in un sacco a pelo nel mio negozio. Del resto non me la posso prendere con nessuno se non con me stesso, visto che il tutto nasce da me, dalla mia crisi esistenziale partita anni addietro ed esplosa nel 2012, quando tra rabbia ed insoddifazione, nonostante avessi tutto (lavoro ben pagato, casa, moglie e due splendide figlie), decisi che era giunto il momento di dare qualche risposta alle domande che mi tormentavano ormai da tempo: “cosa ci sto a fare su questa terra? Perchè sono così insoddisfatto?”.

Se già non bastava, riaprendomi al mondo esterno, sono caduto più volte anche forse non riuscendo ad essere più ligio al dovere e per forza di cose, tra le quattro mura domestiche, ho indossato più volte la mia maschera; quella maschera che toglievo ogni qualvolta uscivo di casa.

Alla fine ho capito che non aveva più senso e che era giunto il momento di decidere da che parte stare, anche se la cosa avrebbe scontentato qualcuno; oggi la maschera l’ho buttata via, non mi occorre più; sono un uomo libero anche se non del tutto; ancora schiavo del sistema economico-consumistico di cui faccio parte.

Cosa sarà del mio domani non so, ma questo forse è il bello, del resto nessuno di noi può saperlo, anche chi vive di certezze, o almeno pensa di farlo.

Il mio sogno? Uno è quello di andare un giorno in Africa per portare il mio piccolo aiuto ai bambini e alle persone povere, ma ricche di amore. Quell’amore che credo profondamente mi potrà rigenerare e permettere di tornare ad essere la persona gioiosa e serena di un tempo.

L’altro, forse più una necessità che un sogno vero e proprio, è quello di poter tornare ad avere uno stipendio dignitoso che mi permetta di vivere e dare una mano alle mie tre bellissime figlie. Del resto sono un padre e non dovrei scordarmelo mai.

Negli anni ho potuto maturare un’importante esperienza lavorativa nell’ambito dei servizi per le telecomunicazioni e global service, con diversi gradi di responsabilità, in vari settori aziendali quali: Control Center, Segreteria Commerciale, Project Management. Attualmente mi occupo di servizi informatici e servizi Fotografici.

Sarò grato a chi possa darmi una mano.

Cordialmente

Giulio

 

 

 

12 Comments
  • Simonetta Lein
    Posted at 15:03h, 22 January Reply

    Caro Giulio io chiamerei questo tuo desiderio to the beginning oppure to the source. Sai, io da sempre mi interessa di ricerca del se’, sono counsellor e figlia di ricercatori spirituali. Sai quando un anima ha deciso qualcosa puoi provare a contrastarla ma farà di tutto per farti seguire il suo cammino, spesso incompressible a gli occhi degli altri ma d’altra parte nasciamo soli e moriamo soli, ci sarà una motivazione! Quanti anni hanno le tue figlie? Mi hanno insegnato che fino ai 16 anni ne sei completamente responsabile, poi è una scelta e deve venire da una loro richiesta per non intervenire sul loro libero arbitrio. Perché siamo sulla Terra? Credo sia molto più semplice, per riportare informazioni alla sorgente e quando le informazioni sono sempre le stesse la tua vita cambia, o cambia esternamente o ti ammali se non glielo permetti. Non so nulla di telefonia, si che la tua missione in Africa ti riempie di gioia, puoi anche andare per un poco e ricaricarti per ricominciare. Oppure non sei fatto per il mondo occidentale, molti non lo sono e ci sono molte alternative: comuni sparse in tutto il mondo, missioni, vita in posti dove ci si può auto sostenere, ti stupiresti se sapessi quanti hanno fatto questa scelta. Se non sei felice non puoi nemmeno esserlo per gli altri, è una scelta che devi fare. Non perdere più tempo. Se resti lo fai in pieno e ne sei felice, altrimenti vai. E quando l’andare ti avrà soddisfatto potrai tornare cambiato e tutto sarà diverso. Se nutri te stesso potresti anche ritrovare i tuoi cari, a molti è successo. Tanta fortuna. Simo #desideriamo

    • Giulio
      Posted at 22:12h, 22 January Reply

      Grazie Simonetta per le tue parole che mi sono di grande conforto e soprattutto per la possibilità che mi hai dato per poter raccontare, se pur brevemente, la mia storia. Come sai prima di scrivere ci ho pensato a lungo ma poi ho unito le forze e mi sono buttato! E’ stato liberatorio.
      Spero quanto prima di poterti conoscere di persona.

      Un abbraccio

      Giulio.

      • Simonetta Lein
        Posted at 22:15h, 22 January Reply

        Ha senso per te quello che ti ho scitto? Hai visto anche altri come subito si sono offerti di aiutarti? Questo è lo spirito di Desideriamo, e invito anche te a fare lo stesso, a commentare altri desideri, dando il tuo punto di vista, il tuo conforto. Fa stare meglio te e chi ti legge. Che ne dici?

        • Giulio
          Posted at 22:23h, 22 January Reply

          Certo che ha senso Simonetta,
          alcuni aspetti che tu hai espresso vorrei avere la possibilità di approfondirli.
          Provvederò anche io quanto prima a dare il mio piccolo contributo commentando i sogni di altri.
          Grazie ancora DESIDERIAMO!

          • Simonetta Lein
            Posted at 23:03h, 22 January

            Volentieri chiedimi pure e io rispondo;)

  • michele
    Posted at 16:01h, 22 January Reply

    Ciao Giulio.ho letto con attenzione la Tua storia, per certi versi simile alla mia.Per il lavoro, contattami..ho una proposta da farti.saluti michele

    • Giulio
      Posted at 22:13h, 22 January Reply

      Ciao Michele, grazie di cuore; ti contatto quanto prima.

  • Anna
    Posted at 16:06h, 22 January Reply

    Ciao Giulio sei disposto a valutare una proposta di lavoro?resto a disposizione con affetto anna

    • Giulio
      Posted at 22:18h, 22 January Reply

      Certamente Anna.
      Ti ringrazio profondamente.

  • Anna
    Posted at 00:23h, 23 January Reply

    Giulio quando vuoi sono qui!!!
    Prima ho dimenticato di darti il benvenuto è bello vedere la comunità “desideriamo” crescere!!!!!

    • Giulio
      Posted at 10:08h, 23 January Reply

      Grazie Anna per il tuo benvenuto! in posta dovresti trovarti la mia mail, in caso contrario fammi sapere.

  • anna
    Posted at 18:13h, 23 January Reply

    Ciao giulio non ho visto la tua mail

Post A Comment

*

Help The Wishwall Foundation to continue its life changing efforts.
Facebook Iconfacebook like buttonYouTube IconTwitter Icontwitter follow buttonCheck Out Our InstagramCheck Out Our Instagram